I segni della Coppettazione non sono lividi

Le persone che non hanno familiarità con il trattamento della Coppettazione spesso non interpretano correttamente i segni lasciati dalle sessioni di questa antica tecnica. Molti quando vedono questi segni credono che siano dovuti a contusioni sportive o urti di altro tipo o che siano semplicemente di lividi.

Al contrario, questi sono segni di un antico processo di guarigione usato per aiutare il corpo. Da qualche anno atleti importanti e celebrità che si sottopongono alla terapia con le coppette mostrano con orgoglio i marchi in pubblico.

Pensare ai segni della coppetta come a lividi può anche evocare l’idea che essi siano il risultato di una procedura dolorosa. Al contrario, la Coppettazione eseguita correttamente, con la scelta appropriata del metodo e del corretto livello di aspirazione adatti all’energia ed alle condizioni del paziente, è sempre un’esperienza confortevole e piacevole.

Le persone che hanno più familiarità con le procedure di Coppettazione sono consapevoli del fatto che i segni indicano che il trattamento ha avuto successo nell’estrarre agenti patogeni dannosi e tossine. Queste tossine sono presenti nei tessuti più profondi del corpo insieme a cellule morte e linfa e detriti di cellule corporee consumate.

L’aspirazione con la coppetta le porta in superficie, appena sotto la pelle dove vengono metabolizzate dai processi naturali del corpo. La rimozione di queste tossine lascia il posto a sangue fresco, nuove cellule viventi, ossigeno e sostanze nutritive che prendono il loro posto e in questo modo, aiutano curare il corpo.

Esempio di Applicazione delle coppette per la Coppettazione

Perché i segni lasciati dalle coppette non sono lividi?

I segni delle coppette non possono essere definiti lividi semplicemente a causa del modo in cui sono provocati i lividi. I lividi appaiono quando il corpo subisce una sorta di ferita o trauma. L’impatto può rompere i capillari sanguigni presenti sotto la pelle, motivo per cui dopo un po’ si vede il rossore. Il corpo risponde alle ferite con una scarica di liquidi curativi nell’area che contribuiscono al livido o all’arrossamento. Quando le proteine ​​nel sito della lesione cominciano a coagulare, la circolazione sanguigna si riduce e il paziente avverte dolore.

I segni della Coppettazione sono causati dall’aspirazione delle ventose e non dalla pressione di un trauma, e sono fondamentali per portare le tossine in superficie. Il più importante fattore di differenziazione è che i segni della Coppettazione non causano dolore e se c’è qualche disagio, è minimo e scompare rapidamente.

Le fasi di un trattamento di Coppettazione

I segni sono sempre il risultato del rilascio di alcuni agenti patologici dalla profondità dell’organismo o dal livello superficiale comprendendo gli strati cutanei e la fascia. Il meccanismo della Coppettazione e della comparsa dei segni possono essere riassunti come segue:

  • Causa: lesioni, tensione ed effetti climatici come il freddo (spesso percepito in profondità), vento (comprese le correnti d’aria ed l’aria condizionata che causano dolori di testa e muscolari) e calore (sistemi di riscaldamento che possono causare caldo e secco alla gola ed altre reazioni febbrili) sono tra i principali fattori per cui soffriamo la malattia e il dolore.
  • Metodo: la coppetta è un mezzo efficace e razionale per richiamare le infiltrazioni e gli effetti cumulativi di questi fattori eziologici interni ed esterni.
  • Segni: sono il risultato fisico di agenti patogeni, tossine, blocchi e impurità (prodotti di scarto) che costituiscono una presenza indesiderata nel corpo.
  • Risultato: Una volta sganciato dall’interno ed attratto alla superficie della pelle, il patogeno che causa un segno viene risolto in due modi. In alcuni casi passa direttamente dal corpo in atmosfera, in altri viene risolto da funzioni disperdenti innate che funzionano a livello superficiale, quali la circolazione ematica locale e l’attività linfatica.

Durata e indicatori dei marchi

Alcune delle prime domande che le persone fanno di solito sono su quanto tempo durano i segni della Coppettazione e cosa indicano. La colorazione varia in genere da un rosso brillante a un viola più scuro e può durare da 3 giorni a una settimana. Una colorazione più scura significa che c’è un alto livello di tossine e ristagno nella sezione del corpo che è stata trattata. In questo caso, i segni possono durare fino a 3 settimane. Tuttavia, se non ci sono quasi tossine, la colorazione potrebbe essere solo di un rosa chiaro ed è probabile che si dissolva entro poche ore.

Più a lungo il sangue ristagna, tanto più si addensa, si rapprende e si scurisce. Infatti il sangue senza movimento non svolge le sue funzioni e diventa una entità stagnante dannosa per la salute. Non c’è modo migliore della coppettazione per spostare il ristagno di sangue, e in questi casi si può essere certi che si produrrà un segno scuro. Ci sono anche molte possibilità che il dolore del soggetto venga molto alleviato in seguito al trattamento.

I pazienti notano spesso anche che, se i trattamenti iniziali causano segni di colore più scuro, le sessioni successive si traducono in segni più chiari, questo perchè gli agenti patogeni stanno lasciando il corpo. Dopo la prima volta, non ci saranno segni di sorta anche se viene eseguita un’aspirazione più intensa e per durate più lunghe, tuttavia, nei casi in cui il paziente ha subito un infortunio, possono essere necessarie più sessioni di coppettazione per indurre la guarigione nei tessuti più profondi del corpo.

Esempio di Applicazione delle coppette per la Coppettazione

Come valutare i segni

Vediamo come interpretare i segni lasciati dalla Coppettazione subito dopo che una coppetta è stata rimossa dalla pelle. Questa analisi si basa sul pensiero della Medicina Tradizionale Cinese, che offre il riassunto più completo e metodico disponibile a questo proposito.

  • I segni della Coppettazione che mostrano un colore rosso vivo indicano una recente lesione traumatica con sviluppo di calore.
  • Nero, blu scuro o viola scuro indicano la presenza di stagnazione del sangue. Essa si verifica quando un trauma o una malattia (tra cui una forte invasione di freddo che induce la stasi del sangue) ha risieduto nel corpo per un lungo periodo di tempo. Un agente patogeno esogeno forte, come la combinazione di vento freddo, può anche manifestarsi rapidamente con un segno scuro.
  • Un segno rosa chiaro o blu pallido indica freddo lieve.
  • Un segno chiaro o bianco che svanisce rapidamente indica una mancanza di energia e della funzione (qi).
  • Un segno screziato con elementi cremisi (o rossi) e bianchi o chiari rappresenta la condizione in cui la carenza di energia del corpo (bianco) ostacola la circolazione del sangue (arrossamento).
  • La punteggiatura rossa indica la presenza di calore tossico dovuto a stasi da calore represso, che i cinesi chiamano Sha (Bentley, 2011). Questi piccoli punti rossi brillanti sono spesso il risultato della coppettazione per scivolamento, che grazie al suo costante movimento tende ad essere efficace su livelli più superficiali rispetto alle coppette fisse che lavorano alla maggiore profondità possibile. Anche quando si fanno scivolare lentamente le coppe di silicone per lavorare sulla fascia con la tecnica della coppettazione moderna, il naturale meccanismo spesso porterà in superficie alcuni fattori residenti nel tessuto sottostante. Il segno dalla coppetta in genere si risolve in un breve periodo di tempo.
  • Una protrusione (un’elevazione al di sopra del livello normale della superficie) del tessuto di un nero cupo o un nodo violaceo indicano sangue coagulato fermo che a certi livelli può anche essere simile a un nodo varicoso. È fonte spesso di forte dolore e causa di immobilità. Nessuna altra tecnica può ottenere risultati migliori per questo genere di situazioni rispetto alla Coppettazione.
  • L’effetto di aspirazione della Coppettazione può produrre un gonfiore morbido e corposo. Questo gonfiore diminuirà rapidamente. Rappresenta un edema generalizzato (umidità).
  • In assenza di un segno, talvolta può essere vista, all’interno di una coppetta, la presenza di goccioline di liquido chiaro. In più occasioni si osserva anche verso l’apice interno di una coppetta un residuo giallo opaco appiccicoso di tipo mucoso. Goccioline di acqua chiare indicano la fuga di umidità oltre lo strato protettivo della pelle, mentre i residui più spessi indicano lo scarico di flemma causato dal calore che prosciuga i fluidi.
  • In rare occasioni, una bollicina o bollicine contenenti liquido possono essere visualizzati all’interno del perimetro di una coppetta fissa. Ciò indica che la zona ha edema superficiale (umidità). Si deve prestare attenzione a mantenere la zona libera da infezioni. Le bolle devono essere accuratamente pulite con antisettico, poi ricoperte con un tampone sterile e lasciate a riassorbire.

Condizioni che possono influenzare i segni

I pazienti che conducono uno stile di vita molto attivo e si dedicano a intense attività fisiche che comportano forti sudorazioni hanno in genere minori possibilità di avere dei segni importanti dovuti alla Coppettazione. Nel caso di pazienti che trascorrono la maggior parte del loro tempo in luoghi dove ci sono tossine nell’ambiente, è probabile che mostrino più segni a causa dei veleni che vengono assorbiti nei loro corpi.

Alcuni esempi includono atleti che trascorrono molto tempo in piscine che contengono sostanze chimiche o lavoratori che lavorano in fabbriche con materiali e metalli tossici. Lo stress emotivo, l’ingestione consapevole o inconsapevole di farmaci e le infezioni parassitarie possono provocare impurità nel corpo.

 

CONDIVIDI ORA

Articoli Correlati